http://italian-cooking-adventures.com/wordpress/wp-content/uploads/2013/02/IMG_2087.jpg

ROCHER DI CAMPO!

Ormai lo sapete benissimo: sono un’ ottima forchetta, mi piace un sacco osservare le persone mentre cucinano ma , per quanto riguarda l’ ambito delle mie personali capacità ai fornelli, ehm ehm …sono una maestra nella SURVIVAL KITCHEN! Ehi amici miei, anche la CUCINA DI SOPRAVVIVENZA è un’ arte!
Quindi, dopo queste premesse, ecco qui una ricetta semplicissima per realizzare dei super gustosi ROCHER DI CAMPO con broccoli, fagiolini e parmigiano, presa dal Magazine Alice di quest’ estate! Se sono capace a realizzarla io, allora riuscirete benissimo anche voi!
INGREDIENTI (per 4 persone)
- 3 patate già lessate
- 1 scatola di mais
- 200 gr di broccoli già lessati
- 100 gr di fagiolini già lessati
- 5 filetti di acciughe
- 1 spicchio di aglio
- 1 uovo
- 3 cucchiai di Parmigiano
- 300 gr di grissini al sesamo
 - olio extravergine di oliva
- sale e pepe
Sbriciolate i grissini al sesamo e trasferiteli in una ciotola. Schiacciate le patate con lo schiaccia patate e tenetele da parte. Tritate i broccoli  e spezzettate i fagiolini. Tritate finemente lo spicchio d’ aglio.
In una padella antiaderente scaldate qualche cucchiaio di olio, unite l’aglio e i filetti di acciuga; aggiungete le patate schiacciate, mescolate e lasciate insaporire qualche minuto.
Unite il mais ben sgocciolato, i broccoli e i fagiolini; proseguite la cottura qualche minuto, amalgamate per bene, salate e pepate. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Una volta freddo, unite l’uovo e il Parmigiano e amalgamate ancora.
Con le mani umide, formate delle polpettine e passatele nei grissini sbriciolati. Spennellateli con l’ olio, adagiatele su una placca rivestita con carta da forno e cuocetele per 8 minuti a 200°. A cottura ultimata, togliete dal forno e servite subito!
Come potete vedere nelle foto sopra, l’ interno delle crocchette è un vero spasso: rimangono cremosissime e davvero saporite, è anche la presenza del Parmigiano che fa la differenza!
Con questa ricetta io vi auguro una bellissima serata, a prestissimoo e… evviva (anche) la survival kitchen!
Mary
Photos by Maria Andreucci